Cronaca Italia

Immigrato ghanese profugo per malocchio. E ottiene il permesso di soggiorno

immigrato-malocchio-permesso

Immigrato ghanese teme di avere il malocchio. E ottiene il permesso di soggiorno

MILANO – Immigrato ghanese sbarca in Italia su un barcone e arriva a Milano, dove chiede asilo perché in Ghana la sua famiglia è morta per il malocchio. E il giudice, alla fine, glielo concede. E’ la storia di un giovane profugo arrivato sul suolo italiano nel 2016.

Lui dice di non credere al malocchio, ma ha spiegato alla Commissione prefettizia che decide sugli status dei migranti quanto accaduto alla sua famiglia:

“Mia madre e mia zia sono decedute in poche ore. Per me sono morte di morte naturale, ma secondo altri sono morte a causa dei problemi che abbiamo avuto con persone per una questione di terra da coltivare. Qualcuno dice che hanno avuto un maleficio. Ho paura di ciò che è successo alla mia famiglia perché sono l’unico superstite. I miei familiari sono morti misteriosamente senza problemi di salute: oltre ad avere paura della magia in Ghana, non c’è più nessuno dei miei familiari. In Italia, ho trovato la mia famiglia con i colleghi di lavoro”.

Ma la Commissione, riferisce Nicola Palma sul Giorno, non gli concede lo status di rifugiato. Il giovane, però, fa ricorso, e il caso arriva al Tribunale civile, che conferma il rifiuto della Commissione ma concede al migrante un permesso di soggiorno per motivi umanitari, di rango inferiore rispetto alla protezione internazionale, ma sufficiente per restare a Milano. Per il giudice il giovane si trova

“in una situazione di vulnerabilità legata alla vicenda traumatica vissuta nel proprio Paese a causa della morte, in rapida successione, di tutti i suoi familiari, dovendosi dar atto altresì dell’elevato grado di integrazione del ricorrente in Italia”.

 

To Top