Immigrazione, Errani: “Le Regioni hanno raggiunto una posizione unitaria”. Maroni: “Decidete voi i siti”

Pubblicato il 30 Marzo 2011 17:28 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2011 18:24

ROMA – ”Oggi abbiamo raggiunto una posizione unitaria che presenteremo come Regioni tra poco al governo”: è quanto ha riferito il presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani al termine di una conferenza straordinaria dedicata all’emergenza immigrazione.

A questo punto ”serve chiarezza, dopo tanti giorni difficili. E un’emergenza umanitaria e di questa si deve fare carico la Repubblica e di tutto ciò dovrà essere garante il governo nella sua collegialita’ cosi’ da evitare di trovare chi nei territori fomenta la protesta”. Questo l’invito espresso dal presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, al termine della Conferenza delle Regioni. Il costo dell’emergenza, ha esortato il leader delle Regioni, ”deve essere gestito dal governo; ma in ogni caso bisogna rispettare le norme nazionali ed europee sugli immigrati. Le norma nazionali – ha puntualizzato – non prevedono respingimenti collettivi”.

“Inoltre è necessario costruire – ha affermato ancora Errani – un’azione di sostegno per i minori che dovranno essere collocati in case-famiglia. Possiamo dire che in generale – ha concluso – sull’emergenza immigrazione serve un’iniziativa europea ma anche serieta’ e coerenza. Governo, Prefetture, Regioni e Comuni gestiscano al meglio questa emergenza”.

Nella Conferenza unificata in corso a Palazzo Chigi, secondo quanto si apprende, il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, avrebbe chiesto alle Regioni la disponibilità ad accogliere i profughi provenienti dal Nord Africa lasciando alle stesse Regioni la scelta dei siti. Il piano riguarderebbe gli eventuali profughi in arrivo dalla Libia, compresi duemila extracomunitari arrivati negli ultimi dieci giorni.