Imola, fermati 3 stranieri su un furgone rubato a Roma: all’interno c’era un arsenale di armi elettriche

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 settembre 2018 11:28 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2018 11:28
imola furgone roma

Imola, fermati 3 stranieri su un furgone rubato a Roma: all’interno c’era un arsenale di armi elettriche

BOLOGNA – Un furgone rubato nel quartiere di San Basilio, a Roma, è stato fermato dalla polizia ad Imola. Al suo interno c’era un arsenale elettrico ad alto voltaggio. Centinaia di coltelli e pugnali, tirapugni e 150 manganelli a scarica elettrica, 90 cellulari con dissuasore elettrico, 85 pugnali e 250 torce luminose dotate di un dispositivo che produce una scossa di migliaia di volts in grado di uccidere una persona.

A bordo dell’automezzo, il cui furto era stato denunciato dal proprietario nei giorni scorsi a Roma, gli agenti del reparto Prevenzione Crimine della città emiliana hanno fermato, sabato mattina, poco dopo le 7 del mattino, tre cittadini polacchi su una via di campagna che costeggia l’autostrada. Gli uomini dell’Anticrimine li hanno subito interrogati ma i tre stranieri non hanno parlato.

Ora le indagini dovranno stabilire la provenienza delle armi elettriche, illegali perché paragonate alle più convenzionali armi da fuoco: ma soprattutto se l’automezzo sia stato sottratto già con il suo pericolosissimo elettro-carico di armi. Il legittimo proprietario del furgone (che si occupa di commercio e consegna di altri materiali), al momento, sembra essere completamente estraneo alla vicenda.