Minaccia di sciogliere agente finanziario nell’acido: arrestato imprenditore albanese

Pubblicato il 16 Marzo 2010 20:52 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2010 20:53

La polizia di Brescia ha arrestato un imprenditore albanese che aveva minacciato un agente finanziario bresciano dicendosi pronto a «scioglierlo nell’acido». La vicenda risale a qualche mese fa  quando l’immigrato aveva chiesto un mutuo e l’agente aveva curato la pratica senza però riuscire nell’intento: avviata l’attività – dietro compenso di 2.700 euro – infatti, l’imprenditore  non era riuscito a compiere tutte le procedure del caso entro i tempi previsti e l’accordo non si era concretizzato.

Ottenuto il mutuo da un’altra agenzia, il cittadino albanese – deciso comunque a recuperare i 2.700 euro versati – ha pensato di richiederli all’agente nel corso di un incontro a Pontoglio, nella sede della sua attività. Qui sono arrivate le minacce con frasi come «ti uccido e ti sciolgo nell’acido».

L’agente assicurativo, terrorizzato, ha chiamato un collega chiedendo che portasse il denaro. Il socio, però, ha chiamato  la polizia e a Palazzolo sull’Oglio, dove era stato organizzato l’incontro per la consegna del denaro, l’albanese è stato arrestato. Per bloccarlo gli agenti hanno dovuto esplodere due colpi in aria.