L’imprenditore Buontempo arrestato con l’accusa di falso in bilancio e bancarotta fraudolenta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Luglio 2020 15:11 | Ultimo aggiornamento: 2 Luglio 2020 18:09
L'imprenditore Buontempo arrestato con l'accusa di falso in bilancio e bancarotta fraudolenta

L’imprenditore Buontempo arrestato con l’accusa di falso in bilancio e bancarotta fraudolenta (Foto Ansa)

Giancarlo Buontempo arrestato con l’accusa di falso in bilancio e bancarotta fraudolenta. Questi i reati che, scrive l’Ansa, la Procura di Napoli contesta all’imprenditore partenopeo.

Oltre a Giancarlo Buontempo, residente a Roma, ci sarebbe anche il dottore commercialista napoletano Umberto Scala. Ai due, come riporta l’Ansa, il Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli ha notificato gli arresti domiciliari.

Le misure cautelari a Scala e Buontempo sarebbero comminate in relazione al fallimento (il 4 gennaio 2019) della società immobiliare “Campalto Real Estate S.r.l.”. Società costituita nel 2007 a Montalcino finalizzata alla costruzione e alla vendita di immobili nella provincia di Siena.

Prosegue l’Ansa che nel provvedimento viene evidenziata la presunta pericolosità degli indagati e l’attualità del pericolo di reiterazione degli stessi reati. Anche in considerazione del fatto che dagli atti, scrive l’Ansa, emergerebbero altre società immobiliari toscane, anche queste versanti in crisi, inizialmente partecipate ed amministrate dall’imprenditore e poi gestite da Scala.

Una vicenda che parte dal 2010.

Racconta l’Ansa: nell’estate del 2010 la Campalto Real Estate, come anche altre società amministrate da Giancarlo Buontempo, avrebbe iniziato a maturare i primi debiti. Per poi versare in uno stato di insolvenza a partire dal luglio 2011.

Secondo l’ipotesi accusatoria, i due indagati avrebbero evitato di avviare la fase di liquidazione della società, causando un incremento delle posizioni debitorie e delle perdite. (fonte Ansa)