Locride, imprenditore ucciso a coltellate a Palizzi

Pubblicato il 28 Marzo 2010 15:49 | Ultimo aggiornamento: 28 Marzo 2010 15:49

Prima una violenta lite, poi è spuntato un coltello: è stato ucciso così un imprenditore edile di 33 anni, Vincenzo Quagliana, colpito all’addome dopo un diverbio avvenuto nel centro di Palizzi, piccolo centro della Locride.

L’uomo è stato portato nell’ospedale di Melito Porto Salvo da un parente con cinque ferite all’addome, ma è morto poco dopo il ricovero, senza riuscire a dare indicazioni sul suo aggressore. Sono stati i medici ad avvertire i carabinieri della Compagnia di Bianco.

I militari hanno ritrovato il coltello a scatto utilizzato per colpire Quagliana, abbandonato dall’aggressore sul luogo del ferimento. Gli investigatori hanno sentito, già durante la notte, il parente della vittima che però non ha fornito elementi utili all’identificazione dell’assassino. L’uomo, infatti, ha detto di non avere assistito alla scena, ma di avere trovato il congiunto riverso a terra. Inoltre, la vittima, non sarebbe stato in grado di parlare durante il trasporto verso l’ospedale e quindi non sarebbe riuscito a indicare il nome del suo aggressore.