Incendi/ Le fiamme invadono la Sicilia, brucia una riserva naturale vicino Siracusa. Rientra l’emergenza in Sardegna

Pubblicato il 27 Luglio 2009 10:46 | Ultimo aggiornamento: 27 Luglio 2009 12:16

TO080509EST_0092L’Italia continua a bruciare stretta nella morsa degli incendi. Se l’emergenza rientra in Sardegna, è la Sicilia ora ad essere devastata da forti incendi che nel week end hanno aggredito anche la riserva naturale di Cava grande del Cassibile, nel Siracusano, una zona di grande interesse ambientalistico nei pressi di Avola antica, ancora in questo momenti in preda alle fiamme.

Il rogo sarebbe di origine dolosa: le fiamme si sono infatti sviluppate in tre punti diversi della riserva, in un territorio particolarmente impervio, caratterizzato da un profondo canyon naturale scavato da un torrente.

Le squadre dei Vigili del Fuoco e della Forestale, coadiuvate da elicotteri e Canadair, per tutta domenica sono state anche impegnate a domare sette incendi in diverse zone della Sicilia, in particolare nella provincia di Messina e nel Catanese.

Rientra intanto lo stato di massima emergenza in Sardegna, dopo le catastrofiche ultime sei giornate che hanno provocato anche due morti. Secondo una prima stima, verranno persi 25 mila ettari di terreno, un vero e proprio scempio che secondo la Forestale regionale nel 70 per cento dei casi sarebbe di origine dolosa e nel 30 per cento colposa.