Incendio aeroporto Fiumicino: voli fermi 12 ore, caos passeggeri… Per una scintilla

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Maggio 2015 16:03 | Ultimo aggiornamento: 7 Maggio 2015 17:18
Incendio aeroporto Fiumicino: voli fermi 12 ore, caos passeggeri... Per una scintilla

Il fumo dal Terminal 3 (Foto Lapresse)

ROMA –  Aerei fermi per più di dodici ore (da mezzanotte a mezzogiorno), autostrada chiusa nell’ora di punta, voli cancellati in arrivo e in partenza, tre persone intossicate, 17 squadre dei vigili del fuoco al lavoro, disagi per i passeggeri a Roma e in mezzo mondo, 400 metri quadrati del Terminal 3 (quello dei voli internazionali) andati distrutti, con i soffitti crollati e polvere ovunque: è il bilancio dell‘incendio all’aeroporto di Roma Fiumicino. 

A causare tutto questo non il terrorismo internazionale, non il temutissimo Isis, ma un corto circuito al frigorifero di un bar dell’aerea commerciale del Terminal. Si dovrà indagare per capire se il bar in questione fosse in regola con il sistema antincendio. La procura di Civitavecchia ha aperto una inchiesta per incendio colposo contro ignoti e ha disposto il sequestro dell’intera area interessata dalle fiamme.

Quel che per adesso è certo è che i voli sono ripresi solo alle 13:50, con un aereo della Iberia diretto a Madrid. Per tutta la mattina di giovedì 7 maggio l’unico terminal operativo dello scalo romano è stato il T1, quello dedicato ai voli di linea nazionali e internazionali. E perché tutto torni a funzionare ci vorrà “qualche giorno”, hanno fatto sapere Aeroporti di Roma.

(Foto Lapresse)