Cronaca Italia

Inchiesta Fastweb-Telecom: da quando è in carcere Mokbel ha perso 21 kg

Gennaro Mokbel

Da quando è detenuto, ossia dal 23 febbraio, l’imprenditore Gennaro Mokbel, coinvolto nell’inchiesta su un maxiriciclaggio da due miliardi di euro, ha perso oltre 21 chili di peso, passando da 79 a quasi 58 chili.

Secondo una consulenza sollecitata dagli avvocati Ambra Giovene e Cesare Placanica e svolta da Ernesto D’Aloja, responsabile dell’istituto di medicina legale dell’università di Cagliari, Mokbel potrebbe essere affetto dalla sindrome di Tourette, malattia neurologica che con tic motori, vocali e disturbi comportamentali ha un impatto devastante sulla vita sociale del malato.

L’imprenditore – ricordano i suoi difensori – ha numerosi tic nervosi, risalenti al periodo in cui era ragazzino. Inoltre piange spesso, in quanto preoccupato per le condizioni della moglie, a sua volta detenuta.

“Il quadro clinico presentato da Mokbel – è detto nella consulenza medica – merita un approfondimento medico-legale. Da una parte devono essere acquisite le cartelle cliniche e le relazioni psichiatriche e dall’altra si deve compiere un attento monitoraggio delle condizioni generali e cardiache in particolare”. Mokbel è detenuto a Nuoro e rappresenta il principale indagato della mega inchiesta che ha coinvolto, tra gli altri, Fastweb e Telecom Italia Sparkle.

To Top