Inchiesta G8: alla Maddalena fuori norma un cantiere su due

Pubblicato il 27 Febbraio 2010 20:06 | Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio 2010 20:06

Cantieri alla Maddalena

Circa metà  dei cantieri fuori norma ed irregolarità in tre imprese su dieci, con operai edili in nero o con eccessivi riposi non concessi. Sono alcuni dei dati emersi dai controlli degli ispettori della Direzione del Lavoro di Sassari nei cantieri per le costruzioni allestite per il G8 che si sarebbe dovuto svolgere a La Maddalena.

Il nuovo scandalo, i cui particolari sono stati riportati sul quotidiano La Nuova Sardegna, fa emergere, oltre all’inchiesta sugli appalti pubblici, anche violazioni di norme sulla gestione del personale che ha lavorato nell’isola Maddalenina.

Fra i principali illeciti nei cantieri: limiti lavoro straordinario, riposi giornalieri e settimanali, errata qualificazione del rapporto di lavoro (Co.co.pro), distacchi illeciti, ponteggi non a norma.

Per gli illeciti amministrativi (109) sono state comminate sanzioni per 43 mila euro mentre per illeciti penali (156) circa 73 mila euro.

I controlli della Direzione del Lavoro (nell’ex arsenale e nell’ex ospedale militare) sono scattati dal febbraio 2009 e l’esito delle ispezioni è stato ora inoltrato al Comitato per l’emersione del sommerso (Cles) per la valutazione degli elementi raccolti.