Inchiesta G8: denunce in Sardegna per discarica abusiva

Pubblicato il 25 Novembre 2010 22:30 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2010 22:31

I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Sassari hanno sequestrato a Olbia una discarica abusiva e denunciato i professionisti della struttura di missione del G8 incaricati delle bonifiche per l’organizzazione del vertice. Il protocollo per i lavori era stato firmato da Angelo Balducci e Raniero Fabrizi, nominati dalla presidenza del Consiglio dei ministri per l’organizzazione del G8 alla Maddalena, poi spostato all’Aquila, con l’incarico di seguire gli interventi di riqualificazione previsti per il grande evento.

Nel registro degli indagati sono finiti il direttore dei lavori e il responsabile unico del procedimento di bonifica che la Struttura di Missione avrebbe dovuto effettuare entro i termini di legge, provvedendo anche a realizzare l’integrazione delle vie di accesso all’aeroporto Costa Smeralda e la bonifica dell’ex campo nomadi, adiacente alla pista.

Giovedì mattina, su ordine del gip del Tribunale di Tempio Pausania, i militari del Noe hanno posto sotto sequestro preventivo la discarica abusiva localizzata nell’ex campo nomadi di Colcò, alla periferia di Olbia, un’area di circa un ettaro ricoperta di eternit, batterie d’auto, ferro. Il protocollo d’intesa per l’adeguamento dell’aeroporto Costa Smeralda nell’ambito delle opere a procedura accelerata per il G8 risale al 2008, all’interno di questo rientrava anche la bonifica del campo nomadi di Colcò.