Incidente Cuneo, 5 morti. Fuoristrada omologato per 6, a bordo c’erano 9 persone VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Agosto 2020 18:03 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2020 18:04
Incidente Cuneo, foto Ansa

Incidente Cuneo, 5 morti. Fuoristrada omologato per 6, a bordo c’erano 9 persone (foto Ansa)

Incidente nella notte a Cuneo, le vittime sono cinque. Fuoristrada omologato per 6, a bordo c’erano 9 persone. 

Era omologato per sei persone il fuoristrada caduto la notte scorsa in una scarpata nel Cuneese causando la morte di cinque giorni. A bordo del mezzo però se ne trovavano nove.

E’ quanto emerge dai primi accertamenti sull’incidente avvenuto nella notte a Cuneo.

Cinque le vittime.

Con il conducente di 24 anni sono morti quattro giovanissimi tra gli 11 e i 16 anni. Quattro i feriti, due in gravi condizioni, anche loro giovani.

La prima ricostruzione

Avevano trascorso a serata all’Alpe Chastlar, a guardar le stelle da uno dei punti più panoramici dell’alta Valle Grana, nel Cuneese.

Villeggianti in borgata Chiotti, i ragazzi si erano trovati in piazza e hanno deciso di trascorrere la serata insieme.

Al ritorno il conducente del fuoristrada, forse per una manovra sbagliata o per una distrazione, è uscito di strada finendo nel precipizio.

L’incidente è avvenuto intorno alla mezzanotte. 

Secondo le prime informazioni, tutti gli occupanti sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo del fuoristrada, finito a circa 200 metri dalla sede stradale.

Le giovani vittime sono tutte della provincia di Cuneo ed è probabile che si trovassero in alta Valle Grana in villeggiatura con le famiglie.

Alcuni famigliari, sempre secondo quanto si apprende, sono arrivati sul luogo dell’incidente dopo pochi minuti. Castelmagno è un comune di 61 abitanti in cima alla Valle Grana, a circa 1.150 metri di altitudine.

Il rifugio escursionistico Maraman si trova ai piedi dei monti Crosetta e Tibert.

Le parole del sindaco

“Mi assumo le colpe, indirettamente, perché io rappresento lo Stato: mi sento responsabile, ma anche impotente. Bastava un cartello che segnalasse la curva, forse non sarebbe successo”.

Così il sindaco di Castelmagno, Alberto Bianco.

“Castelmagno è un comune di 54 abitanti – osserva il primo cittadino – che ha 25-30 chilometri di strade da tenere in ordine, con pochissimi trasferimenti dallo Stato,e mi rendo conto diverse volte la segnaletica è carente…Fossi ricco, metterei cartelli di tasca mia, ma sono un insegnante, faccio il sindaco gratis come assessore e consiglieri”. 

A seguire un video registrato dopo l’incidente da un passante (Fonte: Ansa, Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev).