Strade più pericolose d’Italia: Aurelia, Raccordo Reggio Calabria, Tangenziale Milano…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Novembre 2019 10:51 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2019 12:10
Incidenti: la classifica delle strade meno sicure per auto e moto

Incidenti, la classifica delle strade più pericolose (Ansa)

ROMA – L’Aurelia specie nel tratto ligure, l’ingresso urbano della A24, il raccordo a Reggio Calabria. Poi  la Tangenziale Nord a Milano, la statale 36 del lago di Como…

Sono questi i tratti stradali e autostradali più pericolosi d’Italia, quelli dove si sono registrati più incidenti nel 2018.

Settantasei su 100 avvengono nei centri abitati, 6 in autostrada e 18 su strade extraurbane. Nel 2018 in autostrada è stabile il numero ma aumenta quello di morti (a causa dell’incidente del Ponte Morandi), sulle strade extraurbane aumentano gli incidenti ma rimane sostanzialmente stabile il numero di morti (+4% e -0,7%).

Nei centri abitati diminuiscono sia sinistri che morti (-2,7% e -4,2%), soprattutto nei piccoli centri attraversati da strade extraurbane. I dati sono raccolti dall’Aci nel rapporto “Localizzazione degli incidenti stradali 2018”.

I tratti autostradali con più incidenti

Ma quali sono le strade più pericolose, le condizioni peggiori per la sicurezza in auto? Le autostrade urbane risultano quelle più pericolose a causa degli elevati flussi di traffico e della pluralità di mezzi diversi.

Infatti la Penetrazione urbana della A24 (12,9 inc/km), il Raccordo di Reggio Calabria (12,5 incidenti/km) e la Tangenziale Nord di Milano (nel tratto in provincia di Monza – 10,3 incidenti/km) sono le strade meno sicure, mentre per la rete autostradale la media nazionale è di 1,3 incidenti/km.

Statale 36 del Lago di Como la meno sicura

Per le strade extraurbane, dove la media nazionale è di 0,6 incidenti/km, il triste primato spetta alla Statale 36 del Lago di Como e dello Spluga nei tratti in provincia di Monza e della Brianza (9,8) e in provincia di Milano (7,6) e alla SS131 dir – Carlo Felice in provincia di Cagliari (8,6).

Aurelia ligure, GRA, SS 145 letali per le due ruote 

L’indice di mortalità delle due ruote (motocicli e biciclette) è molto più elevato di quello delle quattro ruote: più di 3,6 morti ogni 100 mezzi coinvolti in incidente, rispetto all’1,3 delle auto. Al vertice delle tratte più pericolose per le due ruote, la SS 001 Aurelia in Liguria, il Grande Raccordo Anulare di Roma, la SS 145 Sorrentina in provincia di Napoli, la SS 249 Gardesana Orientale in provincia di Verona, la SS 114 orientale Sicula in provincia di Messina. (fonti Aci, Ansa)