Incidente sul massiccio Grand Combin, muoiono un alpinista e una guida

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Agosto 2019 14:53 | Ultimo aggiornamento: 10 Agosto 2019 14:53
grand combin incidente

Il ghiacciaio del Grand Combin (Foto Ansa)

ROMA – Incidente sul massiccio Grand Combin, muoiono un alpinista e una guida. Un gruppo di alpinisti italiani è stato coinvolto in un incidente di montagna sabato mattina sul Grand Combin, tra Italia e Svizzera. E’ avvenuto nella zona a monte della Cabane Val Sorey, sul versante svizzero del massiccio, verso le cinque. Il bilancio è di due morti.

Una scarica di sassi ha travolto, verso le cinque, una cordata che era diretta sulla vetta ed era partita da poco. Un alpinista italiano – forse una donna – ha perso la vita, mentre la guida alpina che conduceva la cordata, Federico Daricou, della Società del Cervino, è rimasto ferito gravemente ed è poi deceduto all’ospedale di Sion. Ma pur ferito in modo grave la guida è riuscita a dare l’allarme, fornendo ai soccorritori elementi preziosi per raggiungerli nel più breve tempo possibile.

Scattato l’allarme, l‘elicottero di Air Glacier aveva tentato un sorvolo ma era dovuto rientrare a causa delle avverse condizioni meteo. Una squadra di soccorritori è salita a piedi dal versante elvetico.  Il velivolo elvetico è poi riuscito, con un ulteriore tentativo, a recuperare la guida alpina, ma la corsa all’ospedale di Sion si è rivelata inutile.

La cordata formata dalla guida e dalla vittima era partita nella notte dalla Cabane di Valsorey. L’incidente si è verificato sotto il Colle Meitin, a circa 3.500 metri di quota, in una ripida zona di misto. Oltre ai due sono stati coinvolti nell’incidente anche tre olandesi, due dei quali sono rimasti feriti e il terzo è illeso. (Fonte Ansa).