Indignati, Ceis dona Madonna a chiesa attaccata da black bloc

Pubblicato il 16 ottobre 2011 14:34 | Ultimo aggiornamento: 16 ottobre 2011 14:34

ROMA, 16 OTT – Il Ceis, Centro italiano di solidarieta' don Mario Picchi, ha deciso di donare una statua della Madonna alla parrocchia romana dove ieri gruppi violenti hanno distrutto una statuina della Madonna di Lourdes. Lo annuncia il presidente dell'associazione, Roberto Mineo, che ha scritto una lettera al card. Vallini, Vicario di Roma.

''La violenza non puo' fermare la devozione dei fedeli. Per questo, l'associazione Famiglie del Ceis. ha deciso di donare alla chiesa di San Marcellino la statua della Madonna oltraggiata dai black bloc'', scrive Mineo. ''I video trasmessi dalla tv e le foto pubblicate oggi dai giornali – continua la missiva- hanno creato disagio in chi, come noi, crede che le immagini sacre debbano essere sempre rispettate. Non possiamo piegarci alla sopraffazione di chi spazza via tutto, attacca le forze dell'Ordine, piega al proprio volere la sofferenza di centinaia e centinaia di ragazzi che erano invece scesi in piazza per esprimere democraticamente e pacificamente il proprio disagio sociale''.

''Quel disagio – conclude la lettera inviata dal Ceis, da 40 anni in prima linea per contrastare ogni forma di dipendenza – e' lo stesso vissuto dalle famiglie dei ragazzi che si rivolgono alle nostre strutture, con dedizione e fiducia, nella speranza di poter affrontare e risolvere le proprie debolezze, le proprie fragilita'. Sono state proprio quelle famiglie -scrive infine il presidente Mineo- che mi hanno spinto a rivolgermi a Lei per donare alla chiesa di San Marcellino la statua della Madonna distrutta da una furia inspiegabile''.