Sante Quaranta ha infarto mentre guida lo scuolabus: autista mette in salvo i bambini poi muore

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 maggio 2018 19:48 | Ultimo aggiornamento: 8 maggio 2018 8:35
Scuolabus in servizio

Infarto mentre guida lo scuolabus: autista prima mette in salvo i bambini, poi muore (foto Ansa)

BRINDISI – Era alla guida di uno scuolabus quando ha accusato un malore che gli è costato la vita: ma prima Sante Quaranta, di 65 anni, di Fasano, ha messo in salvo i bambini, fermandosi e accostando il mezzo.

E’ accaduto a Fasano in provincia di Brindisi, la mattina di oggi, lunedì 7 maggio. L’uomo ha accostato non appena si è sentito male ed ha poi perso i sensi. L’allarme lo ha dato l’assistente dell’autista che era a bordo. Lo scuolabus si trovava in una strada di campagna, in contrada ‘Cocolicchio’ e l’autista, come di consueto, stava facendo il giro delle case situate nei vari poderi per prendere i bambini e portarli a scuola.

App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

Il personale sanitario del 118 è intervenuto immediatamente: il 65enne è stato dapprima rianimato sul posto poi portato all’ospedale Perrino di Brindisi. L’autista ha cessato di vivere durante la corsa in ospedale. Tutti illesi i bambini, che sono stati condotti a scuola da un collega autista della vittima accorso sul posto.

Quaranta era conosciuto da tutti a Fasano, ed era voluto molto bene. L’autista lascia una moglie e due figlie: Zio Santi, così veniva chiamato, era appassionato di kart. Durante le gare, aveva svolto diverse volte la mansione di direttore di gara.