Influenza A: il bimbo morto a Lecce non aveva il virus

Pubblicato il 2 Dicembre 2009 14:18 | Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2009 16:34

Non era stato infettato dal virus A/H1N1 il bambino di due anni morto martedì in un ospedale di Lecce. Il decesso sarebbe avvenuto per un’encefalite apparentemente causata da influenza A. E’ prevista per oggi a Lecce l’autopsia sul corpo del piccolo. Una pediatra e alcuni medici dell’ospedale di Manduria (Taranto) sono indagati per cooperazione in omicidio colposo in relazione alla morte, avvenuta ieri, di un bimbo di due anni.

Che il piccolo fosse stato infettato dal virus dell’influenza A era stato reso noto martedì dall’Ausl di Lecce. Nella nota si affermava che era morto nel «Centro di Rianimazione del Presidio Ospedaliero V.Fazzi. Il piccolo Brancasi Cosimo, di anni due era ricoverato in Rianimazione dal 27 novembre, proveniente dall’Ospedale di Manduria in stato di coma. Il piccolo – concludeva la nota – è risultato positivo al virus influenzale AH1N1».

Martedì il viceministro alla Salute Fazio aveva annunciato la volontà di estendere il vaccino ai ragazzi dai 6 mesi ai 17 anni anche se non in prensenza di fattori di rischio.