Ingv, licenziata la dottoressa Fedora Quattrocchi. Il comunicato sindacale della Federazione Lavoratori Pubblici

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Dicembre 2019 8:37 | Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2019 8:37
Ingv, licenziata la dottoressa Fedora Quattrocchi. Il comunicato sindacale della Federazione Lavoratori Pubblici

Fedora Quattrocchi

ROMA  –  Il 29 novembre l’INGV ha licenziato, “con effetto immediato e senza preavviso, la collega Fedora Quattrocchi in seguito ad alcuni provvedimenti disciplinari disposti dall’ente nei suoi confronti. Una decisione particolarmente grave, improvvida ed affrettata”. Lo rende noto un comunicato sindacale della Federazione Lavoratori Pubblici. 

“Senza volere entrare nel dettaglio delle contestazioni rivolte dall’INGV alla dott.ssa Quattrocchi – si legge nel comunicato sindacale – , non possiamo non sottolineare che alcuni dei provvedimenti disciplinari comminati sono ancora oggetto di ricorso presso la magistratura e che sarebbe stato più saggio, prudente ed opportuno aspettare il pronunciamento nel merito dei giudici”. 

“Dobbiamo inoltre ricordare – prosegue il comunicato – che Fedora Quattrocchi è stata dirigente sindacale di questa organizzazione, e che alcune delle contestazioni che l’ente le ha rivolto sono avvenute durante il periodo della sua attività sindacale. A questo proposito consideriamo degno di nota evidenziare che: a fronte di azioni da parte di un dipendente con l’obiettivo di denunciare presunte irregolarità o quanto meno situazioni di opacità, si abbia una precipitosa conclusione della vicenda attraverso una così grave sanzione quale un licenziamento immediato e senza preavviso”, scrive il sindacato. 

Il sindacato chiede: “Che la decisione sia rivista con l’immediata riammissione in servizio della collega Quattrocchi in attesa degli esiti dei ricorsi sui singoli provvedimenti disciplinari; l’attivazione di un tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali, volto a tutelare sia l’ente che i lavoratori, sulle sanzioni disciplinari dell’INGV nei confronti del personale (sembra che il caso della dott.ssa Quattrocchi non sia l’unico, benché certamente il più grave). Al di là di questa spiacevole e sconcertante vicenda, FGU-Ricerca non mancherà di continuare a rappresentare e difendere i diritti e gli interessi di tutto il personale nei confronti dell’INGV”, conclude il comunicato.