Iniettava insulina al figlio di 4 anni per attirare l’attenzione dei medici

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Agosto 2014 14:05 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2014 14:06
Iniettava insulina al figlio di 4 anni per attirare l'attenzione dei medici

Iniettava insulina al figlio di 4 anni per attirare l’attenzione dei medici

TORINO – Iniettava insulina al figlio di quattro anni, in dose sufficiente a farlo stare continuamente male ma non da ucciderlo. La vicenda, riportata sulle pagine locali di alcuni quotidiani, è iniziata in una località della cintura torinese e poi continuata all’ospedale Regina Margherita di Torino. Si è conclusa nei giorni scorsi con l’arresto della madre, un’infermiera professionale di 42 anni, smascherata da telecamere subito dopo avere somministrato al piccolo l’ennesima dose.

I carabinieri contestano alla donna, ora detenuta in isolamento in carcere, l’accusa di tentato omicidio. Tra le ipotesi degli investigatori, c’è che soffra di ‘sindrome di Munchausen‘, una patologia psichiatrica che l’avrebbe portata a provocare lo stato di sofferenza nel proprio bambino per attirare l’attenzione su di sé, in primis quella di medici e infermieri. Per questa ragione la procura ha disposto una consulenza affidando l’incarico a un medico. Ancora da valutare completamente, invece, i danni al bambino, che potrebbero essere anche permanenti.