Inneggia alla jihad e viene arrestato e rilasciato. E torna a picchiare gli agenti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 settembre 2017 11:00 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2017 11:00
Inneggia alla jihad e viene arrestato e rilasciato. E torna a picchiare gli agenti

Inneggia alla jihad e viene arrestato e rilasciato. E torna a picchiare gli agenti

PADOVA – E’ stato di nuovo arrestato Bakary Marong il ragazzone di 22 anni del Gambia che era stato fermato solo pochi giorni mentre inneggiava ad Allah e alla strage degli infedeli. Volevano solo controllarlo, lui ha reagito con calci e pugni. Accusa: resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale. Oltre alla denuncia per non avere rispettato il divieto di dimora in Veneto.

Bakary Marong, come spiega il Gazzettino, è un richiedente asilo politico, sebbene la commissione territoriale abbia bocciato la sua domanda, ma lui ha presentato ricorso in tribunale. E si è in attesa della sentenza.

Scrive il Gazzettino:

Un anno fa i carabinieri lo avevano sorpreso vicino alla stazione ferroviaria mentre cedeva 25 grammi di marijuana a un ragazzo. Appena un mese dopo era finito ancora nei guai: gli uomini dell’Arma lo avevano intercettato a Prato della Valle insieme ad un connazionale. Nascondevano mezzo etto di marijuana. Si attendono direttissima e decisione sulla sua richiesta di asilo politico. A meno che il Viminale non voglia intervenire prima.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other