Avezzano, insulta su Facebook la moglie dell’amante: condannata per diffamazione

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 luglio 2018 22:49 | Ultimo aggiornamento: 5 luglio 2018 22:49
Avezzano, insulta su Facebook la moglie dell'amante: condannata per diffamazione

Avezzano, insulta su Facebook la moglie dell’amante: condannata per diffamazione

AVEZZANO (L’AQUILA) – Sul proprio profilo Facebook aveva insultato pesantemente l’ex moglie del suo amante.  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] E per questo è finita a processo per diffamazione aggravata e condannata a sei mesi di reclusione.

La rea è una impiegata di banca di Avezzano (L’Aquila), che dovrà anche risarcire il danno con una provvisionale di 2mila euro, al cui pagamento è subordinato il beneficio della libertà condizionale, oltre a dover pagare le spese processuali.

Secondo l’accusa, riferisce il quotidiano Il Centro, la donna per diversi mesi, dall’agosto del 2011 al febbraio del 2012, avrebbe pubblicato sul proprio profilo Facebook righe e righe di insulti, parolacce e frasi offensive nei confronti della ex moglie di quello che era stato il proprio amante.

Nelle lettere aperte di insulti, in cui erano contenuti anche schietti riferimenti sessuali riferiti alle vicende intime della donna, non si nominava esplicitamente l’interessata, ma questo non è bastato ad evitare la condanna per diffamazione. La vittima degli insulti, che ben sapeva di essere lei la destinataria di quelle parole, ha denunciato la rivale alla polizia postale, che ha provveduto a bloccarle il profilo social, e poi si è costituita parte civile al processo. Nonostante l’accusata abbia provato a difendersi dicendo che si trattava di un’altra persona, il giudice l’ha condannata.