Vendeva su internet vacanze in villaggi che non esistevano: denunciato per truffa

Pubblicato il 8 Settembre 2010 14:21 | Ultimo aggiornamento: 8 Settembre 2010 14:29

Capo Vaticano

Vendeva su internet, previo anticipo con bonifico bancario, vacanze in residence di Capo Vaticano, ma quando i clienti arrivavano non trovavano traccia delle strutture. A scoprire e stroncare la truffa sono stati i carabinieri della Compagnia di Tropea che hanno denunciato l’autore, C.S., di 26 anni, di Castellammare di Stabia (Napoli), già noto alle forze dell’ordine.

La vicenda ha avuto come teatro Capo Vaticano, promontorio sulla costa vibonese, una delle più note località turistiche della Calabria, dove i carabinieri di Spilinga hanno incontrato di notte, lungo la strada, una giovane coppia con un bambino in tenera età vagare senza meta in preda alla disperazione.

I militari, dopo essersi fatti raccontare quanto era accaduto, li hanno accompagnati in una struttura ricettiva messa a disposizione da un operatore del luogo che ha ospitato la coppia per 15 giorni a titolo semigratuito.

Ma a cadere nella trappola non è stata una sola famiglia. Alcune hanno già presentato denuncia. Per chiarire quanti siano stati i truffati, gli investigatori stanno proseguendo le indagini con accertamenti in varie banche che serviranno anche per venire a capo dell’intero sistema truffaldino.