Cronaca Italia

Isabella Noventa, appello della mamma: “Ditemi dove l’avete buttata”

Isabella Noventa, appello della mamma: "Ditemi dove l'avete buttata"

Isabella Noventa, appello della mamma: “Ditemi dove l’avete buttata”

PADOVA – “Faccia dire ai suoi figli dove hanno buttato la mia Isabella”. Così l’anziana mamma di Isabella Noventa, dice singhiozzando ai microfoni di Chi l’ha visto? L’appello disperato è rivolto alla madre di Debora e Freddy Sorgato, i due fratelli entrambi accusati dell’omicidio della segretaria di Albinasego (Padova).

Freddy si trova in cella da 9 mesi con l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere. Insieme a lui sono state arrestate anche la sorella, Debora Sorgato, 44 anni, e la sua amante Manuela Cacco. Ma fin da subito il ballerino si era assunto la responsabilità del delitto sostenendo che Isabella era rimasta uccisa in un gioco erotico finito in tragedia. Poi, sempre secondo il primo racconto reso agli inquirenti, avrebbe gettato il cadavere di Isabella nelle fredde e profonde acque del Brenta, non lontano dalla villa di Noventa Padovana in cui si sarebbe consumata la tragedia.

Salvo poi cambiare versione, dietro le sbarre, confidandosi con il suo compagno di compagno di cella: “L’ho buttata in un cassonetto dei rifiuti”. Poi, spaventoso e cinico ha aggiunto: “Se quel sommozzatore avesse mangiato di meno, non sarebbe rimasto incastrato nella chiusa”. Il riferimento è a Rosario Sanrico, il sub della polizia morto tragicamente mentre faceva il suo lavoro, durante le ricerche del corpo nel fiume Brenta.

Non è stata l’unica volta in cui Sorgato si è tradito. Dopo mesi di indagini senza movente e senza cadavere, gli inquirenti sono passati alle maniere forti e hanno piazzato dei microfoni in carcere. E’ così che Freddy avrebbe confessato: “L’ho fatto con mia sorella Debora”.  Mentre ai pm ha sempre sottolineato l’estraneità della sorella, rimasta nascosta finora dietro a un muro di silenzio, nonostante le accuse della tabaccaia Manuela Cacco.

 

To Top