Isabella Noventa, ossa sulla spiaggia di Albarella: test del Dna il 6 settembre

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Agosto 2019 13:09 | Ultimo aggiornamento: 30 Agosto 2019 13:11
Isabella Noventa, resti ad Albarella

Isabella Noventa, la donna scomparsa da Albisegnago nel 2016 (Foto archivio ANSA)

ROVIGO – Terzo ritrovamento di ossa nella spiaggia di Albarella, nel comune di Rosolina. Alcuni bagnanti hanno rinvenuti i frammenti ossei in avanzato stato di decomposizione il 30 agosto e tra gli investigatori nasce il sospetto che possano trattarsi dei resti di Isabella Noventa, uccisa e gettata nel fiume Brenta nella provincia di Padova. Per questo il prossimo 6 settembre sarà eseguito il test del Dna sui resti rinvenuti.

Lo scorso martedì 20 agosto era emersa una porzione di mandibola che sembra umana, con due denti. Il secondo ritrovamento è di sabato 24 agosto, circa 12 centimetri di frammento osseo che sembra essere una porzione di bacino. La mattina del 30 agosto invece alcuni bagnanti anno trovato un frammento osseo curvo di circa 17 centimetri.

Nei giorni scorsi la Procura di Padova si è messa in contatto con quella di Rovigo perché verifichi se c’è corrispondenza con il Dna di Isabella Noventa, la segretaria di Albignasego scomparsa nella notte tra il 15 e 16 gennaio. I fratelli Freddy e Debora Sorgato e la ex tabaccaia Manuela Cacco sono accusati dell’omicidio della donna e di aver gettato il suo corpo nel fiume Brenta, in provincia di Padova.

Il corpo di Isabella non è mai stato rinvenuto dai sommozzatori e ora il ritrovamento di questi resti ossei ha fatto ipotizzare che possano trattarsi proprio delle ossa della donna scomparsa. Le analisi sulle ossa ritrovate inizieranno il 6 settembre e il medico legale incaricato è Lorenzo Marinelli di Ferrara. (Fonte ANSA)