Ischia, Luca Renzullo si impicca nel suo negozio. Il fratello: “Dovevo proteggerti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 novembre 2017 11:16 | Ultimo aggiornamento: 6 novembre 2017 11:16
luca-renzullo

Ischia, Luca Renzullo si impicca nel suo negozio. Il fratello: “Dovevo proteggerti”

NAPOLI –  Impiccato nel suo negozio sull’isola di Ischia, in provincia di Napoli. Luca Renzullo si è tolto la vita sabato 4 novembre e a trovare il corpo è stato il fratello Francesco, che non trova pace per la tragedia. Un gesto che al momento resta senza motivazioni, con i familiari che non riescono a trovare una spiegazione alla decisione di Renzullo di farla finita.

L’uomo è stato trovato nel suo negozio Canvas a Ischia sabato pomeriggio dal fratello, che era andato a cercarlo dopo che la moglie non lo aveva visto tornare. Rabbia e dolore da parte dei familiari, che non si spiegano il perché del suicidio di Luca. E il fratello Francesco gli dedica parole strazianti, scrive Il Mattino:

“Caro fratellino – scrive Francesco – hai deciso allontanarti da me, da noi in silenzio senza disturbare come hai sempre fatto. Ti ho amato e ti amo in modo spropositato e certe cose non si possono neanche spiegare. Siamo cresciuti come due gemelli, visto che ci dividevano solo undici mesi. Ho cercato sempre di metterti al primo posto, spesso ci sono riuscito e forse a volte no. Vorrei prenderti a schiaffi per quello che hai fatto, però, ho deciso anche oggi di rispettare la tua scelta. Avrei voluto difenderti ancora come facevamo da piccoli per strada, ma oggi il nemico era silenzioso. Mi hai fregato Aquilotto, ma sappi che l’amore che ho per te è talmente forte che ti raggiungerà ovunque. Sarai sempre parte di me, della mia quotidianità e sarai sempre presente in ogni mio respiro. La mia stella che indicherà per sempre il mio percorso”.