Cronaca Italia

Ischitella, spara in faccia ad una ragazzina di 15 anni e fugge: caccia all’uomo

Ischitella, spara in faccia ad una ragazzina di 15 anni e fugge: caccia all'uomo

Ischitella, spara in faccia ad una ragazzina di 15 anni e fugge: caccia all’uomo

FOGGIA – Colpita in pieno volto da un proiettile mentre andava a scuola. Una ragazzina di 15 anni di Ischitella è stata ricoverata in condizioni disperate agli ospedali Riuniti di Foggia la mattina del 20 settembre dopo che un uomo le ha sparato a distanza ravvicinata. L’uomo è poi fuggito e i sospetti dei carabinieri si sono concentrati sull’ex compagno della madre, a cui i militari stanno dando la caccia.

Secondo una prima ricostruzione, la ragazzina era uscita di casa intorno alle 7,30 e stava attraversando il centro storico del paese per raggiungere la scuola che frequenta. In via Zuppetta è stata raggiunta alle spalle da una persona che poi le ha sparato un colpo di pistola in faccia. La ragazzina è stata trasportata in elisoccorso agli Ospedali Riuniti di Foggia dove è stata posta in coma farmacologico. Dopo l’intervento, i medici hanno parlato di “situazione drammatica”, come spiegato dal direttore sanitario dell’ospedale Laura Moffa:

“La ragazza è stata sottoposta ad una Tac che avrebbe confermato che le condizioni sono molto gravi, quasi disperate. Le condizioni della ragazza sono molto critiche è ricoverata rianimazione e sono in corso valutazioni per capire se può essere sottoposta a intervento chirurgico”.

Secondo i militari la ragazzina conosceva l’uomo che le ha sparato e si tratterebbe dell’ex compagno della madre, che avrebbe agito per vendetta perché la donna lo aveva lasciato. L’uomo è molto pratico della zona, dove andava a raccogliere funghi, e conosce perfettamente tutta l’area intorno al paese. I militari gli stanno dando la caccia con cani ed elicotteri. La madre della ragazzina al momento dell’agguato era fuori dalla regione ed è stata avvisata. Quando ha saputo cos’era accaduto alla figlia, ha scritto un’invettiva su Facebook contro il suo sparatore:

“Spero che ti ammazzi bastardo lurido. Te la prendi con una ragazza di soli 15 anni, sei un rifiuto umano”.

I carabinieri intanto hanno acquisito le immagini delle telecamere di tutto il paese, che si trova nel parco Nazionale del Gargano, distante da Foggia una novantina di chilometri. La ragazzina è descritta come una persona tranquilla ed era seguita dai servizi sociali proprio a causa di disagi familiari ed era stata affidata ai nonni materni insieme al fratello. Il sindaco di Ischitella, Carlo Guerra, ha commentato: “Siamo sconvolti, il nostro è un paese molto tranquillo”. All’aggressione avrebbero assistito alcune persone anche perché è avvenuta in una stradina laterale al corso principale del paese., spiega il sindaco Guerra:

“Alcune persone hanno visto un uomo che ha raggiunto la ragazza, hanno discusso, poi lui ha sparato ed è fuggito”.

 

To Top