Isernia, martedì chiude il viadotto “Sente” (il più alto d’Italia) per rischio crollo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2018 10:21 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2018 10:21
Isernia, martedì chiude il viadotto "Sente" (il più alto d'Italia) per rischio crollo (foto Ansa)

Isernia, martedì chiude il viadotto “Sente” (il più alto d’Italia) per rischio crollo (foto Ansa)

ROMA – Il viadotto “Sente”, il viadotto più alto d’Italia (alto 185 metri) che collega l’Abruzzo e il Molise  sulla ex statale 86 Istonia, verrà chiuso a partire da martedì prossimo (a partire dalle 13) per rischio crollo. Rischio crollo, come scrive Giuseppe Lanese per notizie.tiscali.it, che è aumentato dopo il terremoto che ha colpito il Molise lo scorso 16 agosto.  “Il ponte va chiuso” ha detto il presidente della Provincia di Isernia, Lorenzo Coia durante una riunione al Comune di Agnone.

Il percorso alternativo sarà indicato con segnaletica che condurrà gli utenti sulla Sp 86 Istonia, che veniva percorsa prima dell’edificazione del Viadotto. “Stiamo provvedendo – ha dichiarato il consigliere provinciale di Isernia alle Infrastrutture, Mike Matticoli – a rendere transitabile, entro il 18 settembre, l’Istonia che per decenni è stata percorsa solo da mezzi agricoli. Sono piccoli interventi compatibili con il budget a disposizione delle province”. Sui tempi per la riapertura del Viadotto Matticoli dichiara: “Al momento non sono ipotizzabili.
C’è bisogno di altri studi sul pilone che preoccupa”.