Cronaca Italia

Isis, “con nozze combinate rischio di terroristi infiltrati”

Isis, "con nozze combinate rischio di terroristi infiltrati"

Isis, “con nozze combinate rischio di terroristi infiltrati”

VENEZIA – Nozze combinate per ottenere il permesso di soggiorno e infiltrarsi: è allerta terrorismo. Il timore, spiega Monica Andolfatto sul Gazzettino, è che persone legate all‘Isis possano stabilirsi in Italia attraverso matrimoni di facciata per poi compiere attentati.

Insieme alle false certificazioni di lavoro, le nozze combinate sono una delle modalità più semplici e rapide per ottenere un permesso di soggiorno permanente e persino la cittadinanza. 

In Veneto proprio alcuni giorni fa, a Mestre, un blitz delle forze dell’ordine ha permesso di far saltare il piano organizzato da un pregiudicato margherino e da una donna dominicana. Scrive il Gazzettino:

La dote per l’aspirante marito era stata fissata in 5mila euro cash, mentre la moglie era arrivata in laguna con un visto turistico e con tanto di fidanzato connazionale che l’attendeva all’esterno. Ora verranno espulsi entrambi. Mentre i mediatori si ritrovano indagati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

A far insospettire gli investigatori sono in generale tre fattori: un grande divario di età fra i promessi sposi, il Paese di provenienza di uno dei due e le condizioni economiche precarie di uno dei due.

Sottolineano i carabinieri:

“Occorre intervenire prime che si registri l’atto all’anagrafe comunale e non è facile. Determinante nell’agire preventivamente sono le segnalazioni che arrivano dal territorio, e da questo punto di svista le nostre stazioni sono una fonte preziosa proprio per il radicamento nelle realtà in cui operano per la vicinanza con la popolazione”.

To Top