Isis. Fatma, l’egiziana espulsa dall’Italia, in chat: “Sgozza miscredenti? Voglio sposarlo”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 luglio 2018 12:46 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2018 12:46
Isis. Fatma, l'egiziana espulsa dall'Italia, in chat: "Sgozza miscredenti? Voglio sposarlo"

Isis. Fatma, l’egiziana espulsa dall’Italia, in chat: “Sgozza miscredenti? Voglio sposarlo”

ROMA – Era attenzionata sul web l’egiziana di 23 anni espulsa dall’Italia per i contatti con jhaddisti islamici attivi sul fronte turco siriano. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Si era radicalizzata ed era finita nella lista dei “molto pericolosi” stilata dall’antiterrorismo Fatma Ashraf Shawky Fahmy, nata a Giza, in Egitto. Progettava fra l’altro anche un attentato suicida.

I verbali dei messaggi che gli investigatori hanno individuato sul computer sequestrato hanno rivelato la sua intenzione di unirsi al Califfato, ma anche uno spaccato psicologico ed esistenziale segnato da fanatismo religioso e crudeltà mentale, nonché l’ottusa pervicacia di una giovane donna intenzionata a farsi sposare da qualcuno che le facesse indossare il niqab, il velo integrale dalla testa ai piedi.

Il suo contatto in chat le fa da consulente matrimoniale a distanza. Le parla di un combattente di 24 anni pronto a sposarla appena fosse giunta in Siria. Le credenziali fanno al caso suo, “Lui segue la Jihad e ha un video in cui sgozza i miscredenti, che Dio lo protegga” le scrive. “Che Dio lo benedica, è una leggenda”, risponde Fatma esaltata.

Fatma fa domande, cerca conferme, desidera un combattente islamico che segua il Corano alla lettera (“Dio lo benedica, dovresti dirgli che Fatma rispetta la Sharia, che è diversa dalle altre donne e che lo incoraggerà ad avere più mogli se sarà necessario”).