Ismaele Lulli, zio di Marjo Mema si uccide in Albania “per vergogna”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 luglio 2015 11:32 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2015 11:32
Ismaele Lulli, zio di Marjo Mema si uccide in Albania "per vergogna"

Marjo Mema e Meta Igli (foto Ansa)

TIRANA – Lo zio di Marjo Mema, il ragazzo di 19 anni finito in carcere con l’accusa di essere stato complice di Igli Meta nel delitto di Ismaele Lulli, si sarebbe tolto la vita in Albania “per la vergogna di quanto accaduto a Marjo”. Lo rivela a Tgcom24 la mamma del ragazzo, Vera Mema.

“Mario è un bravo ragazzo – dice – e queste cose non si fanno. Mio fratello si è ammazzato da solo oggi”. La donna non crede alla versione di Igli: “Dopo una settimana ha cambiato idea, Mario è una vittima. Igli aveva preparato tutto da solo. Perché incolpare mio figlio?”. Meta si è assunto infatti la piena responsabilità del delitto ma ha dichiarato agli inquirenti che Mema lo avrebbe aiutato a legare il 17enne poi sgozzato in un boschetto a Sant’Angelo in Vado.