Isola d’Elba senza corrente: guasto al cavo sottomarino dell’alta tensione

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 aprile 2019 12:30 | Ultimo aggiornamento: 15 aprile 2019 13:47
Isola d'Elba senza corrente: guasto al cavo sottomarino di Terna

Isola d’Elba senza corrente: guasto al cavo sottomarino di Terna

ELBA – L’Isola d’Elba al buio per circa un’ora. Un guasto al cavo sottomarino di Terna che porta l’energia elettrica all’isola, ha lasciato senza corrente gran parte delle utenze nella mattinata di lunedì 15 aprile.

I tecnici della società si sono subito attivati per risolvere il problema mentre quelli di E-Distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce la media e bassa tensione, hanno rapidamente ristorato la totalità delle utenze con i loro cavi di riserva.

Secondo quanto si apprende continua invece, ma senza ulteriori disagi per famiglie e aziende dell’isola, il lavoro dei tecnici Terna per la riparazione del tratto guasto del cavo sottomarino di alta tensione. Da Terna, intanto, fanno sapere che il cavo sottomarino che collega l’isola d’Elba è stato danneggiato da una ditta esterna che stava operando nell’area. Secondo quanto riferito da ambienti vicini a Terna il guasto sarebbe stato causato dai lavori effettuati a Piombino (Livorno) da una azienda che stava operando nella zona del porto.

I tempi per la ripresa del servizio, spiega Terna, “sono dipesi dalla necessità di un intervento manuale sull’alimentazione di soccorso in media tensione da parte del distributore locale contestualmente al mancato avviamento del gruppo di generazione essenziale presente sull’isola”. I problemi registrati da E-Distribuzione, che ha dovuto effettuare manualmente le manovre per il ripristino attraverso le linee di media tensione, sono stati causati dall’impossibilità di avere subito a disposizione la rete dati visto che il guasto ha interessato anche quella telefonica.

A causa dell’interruzione di elettricità, anche le centraline dei telefoni cellulari sono rimaste senza energia, causando un disservizio con alcune linee di telefonia rimaste irraggiungibili. Intanto dall’ospedale di Portoferraio confermano il balck-out, anche se dall’Asl fanno sapere che tutta la struttura è in sicurezza: non sono segnalate interruzioni e sono assicurati tutti gli interventi prioritari e di urgenza.

Al momento, spiega la prefettura, i centrali della Polizia e dei Carabinieri (113 e 112) non possono ricevere le chiamate e per questo la stessa prefettura chiede che, in caso di emergenza, i cittadini si rivolgano al 115, il centralino dei vigili del fuoco che poi girerà le chiamate alle sale operative competenti. (Fonte: Ansa)