Isola d’Elba: Silvano e Grazia, sposati da 39 anni, morti insieme nell’esplosione della palazzina

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 Luglio 2019 15:11 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2019 15:11
La palazzina distrutta all'Isola d'Elba

Le macerie della palazzina distrutta all’Isola d’Elba (Foto Ansa)

PORTOFERRAIO (LIVORNO) – Erano marito e moglie da 39 anni le due vittime del crollo della palazzina di via De Nicola avvenuto questa notte alle 4:45 a Portoferraio, sull’Isola d’Elba. Silvano Pescatori, nato a Portoferraio nel 1951, ex impiegato del Monte dei Paschi di Siena a Livorno, in pensione da una decina di anni, e Grazia Mariconda, nata a Serino (Avellino) nel 1943, si erano sposati nel settembre del 1980.

Nonostante si fosse trasferito a Livorno, Silvano Pescatori aveva mantenuto i contatti e relazioni con Portoferraio e qui aveva la casa dove si è verificata l’esplosione. In questa casa ci veniva non appena aveva la possibilità di trascorrervi qualche giorno.  

Il primo ad essere ritrovato privo di vita sotto le macerie è stato lui. La moglie è stata individuata e recuperata poco prima di mezzogiorno e mezzo. Una volta concluse le operazioni di ricerca dei due dispersi i carabinieri di Portoferraio hanno provveduto al sequestro di tutto l’immobile composto dai tre appartamenti, e al sequestro delle bombole di gas esterne per procedere ai necessari accertamenti. 

Il sindaco: “E’ una tragedia

“E’ una tragedia, perché quando succedono cose del genere non si può che parlare di tragedia”: a dirlo è il sindaco di Portoferraio, Angelo Zini, che appena avvisato dell’esplosione della palazzina di via De Nicola è andato subito sul posto.”Molto probabilmente – ha aggiunto il sindaco – si è trattato di una fuga di gas interna alla palazzina che era servita da una serie di bombole di gas esterne. Ora stiamo approntando tutta la logistica per dare assistenza e fornire il pranzo a tutti gli operatori che sono intervenuti”. (Fonti: Ansa, Agi)