Istituto Superiore Sanità: “La protezione dei vaccinati da oltre 6 mesi cala dal 95% all’82%”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Novembre 2021 12:12 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2021 12:12
Istituto Superiore Sanità: "La protezione dei vaccinati da oltre 6 mesi cala dal 95% all'82%"

Istituto Superiore Sanità: “La protezione dei vaccinati da oltre 6 mesi cala dal 95% all’82%” (foto Ansa)

L’Istituto Superiore della Sanità (ISS), nel suo ultimo report, afferma che la protezione dei vaccinati da oltre sei mesi cala dal 95% all’82%”. Questa statistica, certifica l’urgenza di ricevere anche una terza dose di vaccino anti Covid.

Il report dell’Istituto Superiore della Sanità sul calo della protezione garantita dal vaccino dopo sei mesi

La protezione determinata dal vaccino anti-Covid per i vaccinati da più di 6 mesi cala dal 95% all’82%. Lo rileva il Report esteso di sorveglianza dell’Istituto superiore di sanità (Iss), che completa il monitoraggio settimanale.

“Dopo 6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale – afferma l’Iss – si osserva una forte diminuzione dell’efficacia vaccinale nel prevenire le diagnosi in corrispondenza di tutte le fasce di età”. 

Le statistiche sui vaccinati con ciclo completo 

In generale, rileva il Report esteso dell’Iss, “su tutta la popolazione, l’efficacia vaccinale passa dal 79% nei vaccinati con ciclo completo entro sei mesi rispetto ai non vaccinati, al 55% nei vaccinati con ciclo completo da oltre sei mesi rispetto ai non vaccinati”.

Nel caso di malattia severa, sottolinea l’Iss, “la differenza fra vaccinati con ciclo completo da oltre e da meno di sei mesi risulta minore. Si osserva, infatti, una decrescita dell’efficacia vaccinale di circa 13 punti percentuali, in quanto l’efficacia per i vaccinati con ciclo completo da meno di sei mesi è pari al 95%, mentre risulta pari all’82% per i vaccinati con ciclo completo da oltre sei mesi, rispetto ai non vaccinati”.