Italia 2015, 2 mila fulmini al giorno. Toscana, la regione più colpita

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 agosto 2015 16:05 | Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2015 16:06
Italia 2015, 2 mila fulmini al giorno: Toscana, la regione più colpita

Italia 2015, 2 mila fulmini al giorno: Toscana, la regione più colpita

ROMA – Duemila fulmini al giorno sono caduti in Italia nel 2015. A contarli è il Centro Elettronico Sperimentale Italiano (Cesi) che nei primi 7 mesi dell’anno ne ha già registrati 408.831. In netto calo rispetto al 2014 che sarà ricordato come l’anno peggiore dal 2000, con quasi 3,2 milioni di fulmini caduti, molti dei quali ad altissima intensità. Nel 2013 furono circa 1,7 milioni.

Lo afferma il Centro Elettrotecnico Sperimentale Italiano (Cesi) sulla base dei dati della propria rete Sirf (Sistema Italiano Rilevamento Fulmini), che fa parte della rete pan-europea Euclid e monitora ogni singolo fulmine, 24 ore su 24 tutto l’anno. I 16 sensori della rete Sirf (Sistema Italiano Rilevamento Fulmini), situati sul territorio nazionale hanno rilevato che luglio e agosto sono i mesi in cui, in questi anni, è caduto il maggior numero di fulmini in Italia.

Negli ultimi 15 anni – spiega il Cesi – la regione più colpita è stata la Toscana (808.395 fulmini), seguita da Piemonte (706.665) e Lazio (658.815). Nonostante il calo generalizzato rispetto al 2014, da gennaio a luglio del 2015 in Piemonte (con oltre 96 mila fulmini rispetto ai 41 mila dello stesso periodo dell’anno precedente) è stato registrato un incremento del 134% e in Trentino Alto Adige del 163% con 24.697 fulmini, rispetto ai 9.365 dello stesso periodo del 2014. Questi dati, spiega ancora il Cesi, rappresentano una testimonianza evidente delle conseguenze legate ai cambiamenti climatici. La Regione meno interessata dal fenomeno, in questi primi sette mesi, è il Molise in cui ne sono caduti poco più di 2.000.