Italia bocciata per la qualità della vita, ma si “salva” per la sanità

Pubblicato il 17 agosto 2010 21:39 | Ultimo aggiornamento: 17 agosto 2010 22:27

Poco dinamica economicamente, dall’istruzione scadente e inaspettatamente male anche sul fronte della qualita’ della vita. Cosi’ la rivista americana Newsweek ”boccia” l’Italia nell’ambito di una classifica che si propone nientemeno di stabilire qual e’ il ”miglior Paese al mondo”, che vede in testa Finlandia, seguita da Svizzera e Svezia, e nella quale il Belpaese scivola 23/o posto. Fa eccezione, invece, il nostro sistema sanitario, addirittura considerato tra i migliori al mondo.

Ogni nazione e’ stata esaminata secondo quattro categorie, basandosi su statistiche ufficiali: il livello dell’offerta educativa, quello dell’assistenza medica, della qualita’ della vita, del dinamismo economico e della politica. Secondo questi criteri, il nostro Paese si trova in 44/a posizione sul fronte dell’economia, 34/a su quello della scuola, 22/a sul versante della qualita’ della politica. Sin qui tutto sommato poche sorprese. Impressiona positivamente invece il terzo posto sul fronte della tutela della salute, dietro solo a Giappone e Svizzera, a pari merito con Spagna e addirittura Svezia.

Tuttavia cio’ non basta: l’Italia si piazza addirittura in 20/a posizione per quanto riguarda la qualita’ della vita. Qui la medaglia d’oro va alla Norvegia, segue la Svizzera, il Lussemburgo, l’Australia. Meglio di noi perfino gli Emirati Arabi e la Nuova Zelanda. Per la cronaca, secondo la rivista, il miglior Paese al mondo e’ la Finlandia, seguita dalla Svizzera e dalla Svezia. Al quarto posto l’Australia, al quinto il Lussemburgo, sesto Norvegia, settimo Canada, ottavo Olanda, nono Giappone. Gli Stati Uniti sono all’11/o posto, Germania al 12/o, Francia al 16/o, Spagna 21/o. Davanti all’Italia, Israele al 22/o. Ultimo, in centesima posizione il Burkina Faso, prima di Nigeria e Camerun.