Italia-Egitto. Edison e Qualaa, accordo per centrale elettrica da 100 milioni

Pubblicato il 23 luglio 2015 17:48 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2015 17:48
Un impianto della Edison

Un impianto della Edison

MILANO L’ad di Edison, Bruno Lescoeur e il numero uno di QALAA Energy, Mohamed Shoeib hanno firmato un accordo di sviluppo congiunto per la costruzione di una centrale termoelettrica da 180 MW che produrrà energia elettrica per il mercato locale.

L’accordo è stato siglato alla presenza del Primo Ministro egiziano, Ibrahim Mahlab e del ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi nella cornice dell’ Italian-Egyptian Business Council, nell’ambito del National day dell’Egitto ad Expo.

Il progetto ha un valore di circa 100 milioni di euro e garantirà energia elettrica efficiente e sostenibile ai consumatori egiziani contribuendo a ridurre il deficit strutturale di energia che caratterizza il Paese.

“L’Egitto è un paese fondamentale per l’attività internazionale di Edison e vi abbiamo investito 2 miliardi di dollari negli ultimi sei anni”, ha sottolineato Lescoeur, che poi ha rilevato come con “l’accordo di oggi confermiamo il nostro ruolo di operatore di lungo termine”.