Immigrazione. Yatch di lusso per i clandestini curdi sbarcati a Riace

Pubblicato il 19 agosto 2010 9:31 | Ultimo aggiornamento: 19 agosto 2010 9:43

Sono sbarcati da uno yatch di lusso, i clandestini arrivati nella notte sulla costa ionica Reggina, a Riace. A raccontarlo sono stati gli stessi immigrati, sentiti dalle forze dell’ordine. Tutti sono stati concordi nel dire che l’ imbarcazione sulla quale hanno viaggiato per almeno 6 giorni dopo essere partiti dalla Turchia era lussuosa.

Il natante, una volta arrivato ad una cinquantina di metri dalla riva, si è fermato ed uno scafista ha raggiunto a nuoto la terra. Quindi ha steso un cavo grazie al quale ha poi effettuato il trasbordo degli immigrati a bordo di un gommone senza motore. Nel gruppo di immigrati ci sono 51 uomini, 36 donne e 35 bambini, una decina dei quali con meno di due anni.

Le loro condizioni sono complessivamente buone, anche se un uomo, due bambini ed una donna incinta sono stati portati nell’ospedale di Locri perché disidratati. Sono tutti di etnia curda provenienti da vari Paesi: Iraq, Afghanistan, Siria e Turchia. A dare l’allarme sono stati alcuni automobilisti dopo avere visto gli immigrati camminare sulla statale 106.

Una volta rintraccianti, i migranti sono stati condotti in una struttura messa a disposizione dal Comune di Camini dove sono stati rifocillati dai volontari della protezione civile. Le forze dell’ordine non escludono che il gruppo potesse essere più numeroso e che altri immigrati possano essersi allontanati dalla zona dello sbarco prima del loro arrivo.