Italia. Sale tra i giovani il consumo di cannabis e altre sostanze psicotrope

Pubblicato il 23 Marzo 2015 14:04 | Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2015 14:04
Ragazza che fuma cannabis

Ragazza che fuma cannabis

ROMA – Circa 54mila studenti delle scuole medie superiori, il 2,3% dei 15-19enni, nel 2014 hanno assunto sostanze psicotrope senza sapere cosa fossero. I dati sono emersi dallo studio dell’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa (Ifc-Cnr), Espad-Italia (European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs,), condotto nel 2014 come ogni anno dal 1999.

La preoccupante novità dello studio, che e’ la punta forse più inquietante dell’iceberg che nasconde oltre 600mila adolescenti che hanno consumato cannabis, 60mila cocaina, 27mila eroina e circa 60mila allucinogeni e stimolanti, e’ che ad abusare delle droghe sono sopratutto le ragazze piu’ dei ragazzi.

“La novità dello studio, che ha coinvolto 30mila studenti di 405 istituti scolastici superiori italiani, riguarda proprio il numero significativo di ragazzi che utilizzano sostanze senza conoscerle nè sapere quali effetti procurano”, spiega Sabrina Molinaro, ricercatrice dell’Ifc-Cnr e responsabile dello studio.

Passando alle sostanze tradizionali, è aumentato il consumo di cannabis, che resta la sostanza psicoattiva più diffusa e per la quale aumentano i consumatori abituali.

La cocaina è meno usata e l’eroina è stabile. “Il 26% degli studenti, oltre 600mila, ha utilizzato cannabis nel 2014, secondo una tendenza che parte dal 22% degli anni 2009-2012 e passa per il 25% del 2013”, afferma la ricercatrice dell’Ifc-Cnr.