Italia, Ztl doppie rispetto alla Germania: aumentano car sharing e car pooling

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 settembre 2013 19:38 | Ultimo aggiornamento: 16 settembre 2013 19:39
Ztl a Roma

Ztl a Roma (Foto LaPresse)

ROMA – Le zone a traffico limitate, Ztl, in Italia sono il doppio di quelle della Germania. Sempre più persone poi scelgono il car sharing per spostarsi in città, mentre per andare a lavoro il car pooling, la condivisione dell’auto tra più persone con la stessa meta, sembra prevalere.

C’è poi la bicicletta, che torna ad essere il mezzo di locomozione preferito specialmente con il caro benzina. Uno studio internazionale di AlixPartners presentato a Milano rivela i numeri della mobilità moderna: se ancora pochi scelgono l’auto elettrica, sempre più persone puntano su un mezzo ecologico e sistemi poco costosi.

Il rapporto di AlixPartners evidenzia come il car sharing sia un fenomeno in aumento in tutta Europa:

“In Germania la formula della condivisione dell’auto coinvolge quasi 200.000 utenti per oltre 5.500 vetture. In Europa lo hanno usato 800mila automobilisti che hanno condiviso 22.000 vetture e si stima che nel 2020 gli utenti raggiungeranno i 15 milioni e le vetture coinvolte saranno 240.000”.

Anche in Italia sempre più persone ne approfittano:

“Il car sharing, in tre anni, ha visto una graduale, ma lenta crescita, che lo ha portato dai 17.900 utenti del 2009 ai 22.700 del 2011 e dai 6,1 (2009) ai 7,4 (2009) milioni di km percorsi”.

Il primato italiano invece riguarda le ztl: in Italia sono 103 le città dotate di zone a traffico limitato, oltre il doppio della Germania, che ha solo 43 città, dell’Olanda che ne ha 14, dell’Inghilterra (13) e di Belgio e Danimarca che si fermano a 3.