Precipita dall’Alpe Devero, morto il fratello di Giuliana Sgrena

Pubblicato il 28 agosto 2012 15:42 | Ultimo aggiornamento: 28 agosto 2012 15:48
Giuliana Sgrena

Giuliana Sgrena (Foto Lapresse)

BACENO (VERBANIA) – Non c’è pace per la famiglia Sgrena. Dopo il rapimento di Giuliana, giornalista del Manifesto inviata in Iraq, il fratello Ivan è morto dopo essere precipitato durante una scalata sulle Alpi.

Ivan Sgrena, 59 anni, si trovava sull’Alpe Devero, a Baceno, in provincia di Verbania. Si stava preparando a scalare, insieme ad un compagno, lo Spigolo della Rossa. Voleva arrivare in vetta, a poco più di 3.000 metri di quota, seguendo una delle vie più conosciute nella zona.

Ma mentre stava per legarsi in cordata Sgrena è precipitato dallo zoccolo che va superato per raggiungere la base della via. Un volo di 15 metri. Inutili i soccorsi. L’allarme è stato dato verso 9:30 dal compagno di scalata. Subito sono arrivati alcuni alpinisti impegnati in un’altra cordata sulla stessa via e i soccorritori del Soccorso Alpino locale che si stavano allenando.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other