Ivrea, tabaccaio spara 7 colpi e uccide il ladro: potrebbe beneficiare della nuova legittima difesa

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 giugno 2019 9:28 | Ultimo aggiornamento: 7 giugno 2019 12:47
Ivrea, tabaccaio spara e uccide il ladro: potrebbe beneficiare della nuova legittima difesa

Ivrea, tabaccaio spara e uccide il ladro: potrebbe beneficiare della nuova legittima difesa

TORINO – In tre hanno dato l’assalto alla sua tabaccheria: il titolare, che abita nello stesso edificio, è uscito con la pistola e ha sparato 7 volte, uccidendo uno dei malviventi. E’ accaduto la scorsa notte a Pavone Canavese, alle porte del quartiere San Bernardo di Ivrea. 

Il tabaccaio, Marcellino Iachi Bovin, detto Franco, di 67 anni, è stato interrogato in procura a Ivrea: è ora indagato per eccesso colposo di legittima difesa. Ma non è escluso che possa beneficiare della nuova legge sulla legittima difesa.

L’uomo si sarebbe avvalso della facoltà di non rispondere. Assistito dall’avvocato Sara Rore Lazzaro, è comparso davanti al pubblico ministero Giuseppe Drammis e al procuratore di Ivrea, Giuseppe Ferrando, che si sta ora recando nella tabaccheria di via Torino per un sopralluogo.

5 x 1000

Secondo una prima ricostruzione della polizia, che indaga sull’accaduto, il tabaccaio, che abita sopra il locale, ha sentito dei rumori ed è sceso armato. Di fronte ai tre uomini muniti di palanchino (un piede di porco), ha fatto fuoco dalla soglia della tabaccheria colpendo al petto la vittima, un incensurato.

La sparatoria è avvenuta poco dopo le 3 di notte in via Torino. Sarebbero stati sparati sette colpi. La vittima è un uomo originario della Moldavia. Gli altri due complici sono invece riusciti a scappare. Sul caso sono in corso le indagini della polizia.

Intanto al fianco del tabaccaio si è già schierato il ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Totale solidarietà al tabaccaio – ha detto – che spero possa fruire della nuova legge che garantisce la legittima difesa a tutti”. (Fonte: Ansa)