Coppia di anziani rapinata in casa, la donna muore soffocata

Pubblicato il 1 Giugno 2010 11:18 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2010 12:57

Una coppia di anziani coniugi è stata aggredita e rapinata in casa e la donna è morta per asfissia dopo essere stata imbavagliata con del nastro adesivo. E’ successo a Ivrea (Torino) nel quartiere San Giovanni. La vittima aveva 77 anni. Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri. Il marito della donna ha riportato ferite e contusioni ed è stato medicato.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri il commando era formato da tre persone, quasi certamente italiani. Il gruppetto ha subito minacciato la coppia, facendosi consegnare i soldi, circa 10mila euro, che avevano in casa, un piccolo alloggio ad un piano.

Quando gli aggressori sono fuggiti il marito, non vedente, è riuscito a liberarsi e a chiedere aiuto ai vicini che hanno chiamato il 118 e il 112. Inutili i tentativi di soccorso per la donna trovata legata, con un nastro al collo.

La vittima si chiama Matilde Ruggiero, 77 anni. Il marito Antonio Puddesu, 79 anni, è cieco ed è stato lui, con molta fatica, dopo che i rapinatori si sono allontanati, a liberarsi e dare l’allarme. Secondo quanto è stato finora ricostruito, stamattina attorno alle 7.30, due o tre banditi sono entrati nell’abitazione dei due anziani coniugi.

Al momento non si sa se fossero armati, sicuramente hanno immobilizzato la coppia che, seduta sul divano, è stata imbavagliata e legata mani e piedi. Dopo aver rubato del denaro (la cui entità è ancora da quantificare) l’uomo è riuscito a liberarsi e a chiedere soccorso a una vicina di casa.Quando è arrivata l’ ambulanza Matilde Ruggiero era già morta. Sul posto si è recato il comandante provinciale dei carabinieri di Torino, Antonio De Vita.