Jacopo Bruni, bodyguard dei vip travolto e ucciso a Roma. L’automobilista positivo a droga e alcol

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 ottobre 2018 0:36 | Ultimo aggiornamento: 23 ottobre 2018 0:36
Jacopo Bruni, bodyguard dei vip travolto e ucciso a Roma. L'automobilista positivo a droga e alcol

Jacopo Bruni, bodyguard dei vip travolto e ucciso a Roma. L’automobilista positivo a droga e alcol

ROMA – Stava rientrando a casa in sella alla sua vespa, quando lo schianto frontale con una Peugeot 207 è stato fatale. E’ morto così a soli 46 anni, Jacopo Bruni, bodyguard dei vip. La tragedia si è consumata nella tarda notte tra sabato e domenica sulla Passeggiata del Gianicolo a Roma. Alla guida dell’auto c’era un giovane di 21 anni, risultato positivo agli esami tossicologici per droga e alcol. Si trova ora in carcere, su disposizione del pm, che lo ha accusato di omicidio stradale aggravato.

Jacopo, che era anche vigilantes e volontario del Soccorso Alpino e Speleologico Lazio, aveva appena smontato dal lavoro, dopo aver fatto la scorta ad alcune personalità ospiti del principe saudita a Roma. Ancora da chiarire l’esatta dinamica dell’incidente, nel quale sono rimaste coinvolte anche una Bmw che pare procedesse dietro allo scooterone della vittima e un’altra Peugeot parcheggiata lungo la strada. Il bilancio è drammatico: altre cinque persone sono rimaste ferite, due donne e due uomini in codice rosso ed una quinta persona in codice giallo. 

Per Jacopo, trasportato d’urgenza al San Camillo, non c’è stato nulla da fare. E’ deceduto poco dopo il suo arrivo in ospedale. Lascia una moglie e due figli.