“Kaos ucciso da un infarto, non avvelenato”: giallo sulla morte del cane eroe di Amatrice

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 agosto 2018 12:36 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2018 12:39
"Kaos ucciso da un infarto, non avvelenato": giallo sulla morte del cane eroe di Amatrice

“Kaos ucciso da un infarto, non avvelenato”: giallo sulla morte del cane eroe di Amatrice

AMATRICE – “Kaos ucciso da un infarto, non avvelenato”: è giallo sulla morte del cane eroe di Amatrice. A detta del suo addestratore Fabiano Ettorre, il cane sarebbe stato avvelenato.  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Ma secondo i primi risultati autoptici, in attesa dei referti ufficiali che arriveranno tra un paio di mesi, a stroncarlo sarebbe stata una grave patologia acuta cardiaca, come riporta Il Messaggero. “Vogliono mettere tutto a tacere”, è il commento sdegnato di Ettorre.

C’è da dire che già lunedì, il giorno successivo al decesso dell’animale, i carabinieri forestali nel corso del sopralluogo nel giardino della casa di Sant’Eusanio Forconese (L’Aquila) e nei dintorni non avevano trovato polpette avvelenate. Per cui rimanevano in piedi due ipotesi: l’uccisione mirata con un solo boccone o una patologia acuta che l’avrebbe portato al decesso.

Fabiano Ettorre però non ci sta e, sempre dalle colonne de Il Messaggero, contrattacca: “Non ci credo a questa buffonata. Credo invece che vista la grande risonanza qualcuno tenterà di mettere a tacere la storia”. E accusa: “Hanno sequestrato la salma di Kaos in un batter d’occhio – continua – e, poi, dopo 48 ore, è stato imposto il silenzio assoluto“.