Khaled Fouad Allam morto in un hotel a Roma. No violenze, è mistero

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Giugno 2015 19:17 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2015 22:35
Khaled Fouad Allam, mistero sulla morte dell'ex deputato e noto islamista

Khaled Fouad Allam

ROMA – Khaled Fouad Allam, ex deputato dell’Ulivo e del Pd, è stato trovato morto nella giornata di mercoledì nella sua camera d’albergo in via Marsala, di fronte alla stazione Termini a Roma. Allam, di origine algerina, 60 anni, era professore di Sociologia del mondo musulmano e Storia dei paesi islamici all’università di Trieste, nonché islamista dell’ateneo di Urbino. Giornalista, il sessantenne è stato anche un esperto dei rapporti fra l’Occidente e il mondo islamico.

Una morte avvolta nel mistero, infatti come riporta Rinaldo Frignani per il Corriere della Sera, a trovarlo senza vita sono stati poco dopo mezzogiorno gli inservienti dell’albergo preoccupati perché l’ospite non aveva dato notizie dalla sera precedente. Hanno aperto la porta con un passepartout e hanno scoperto il corpo del docente steso sul pavimento, senza apparenti segni di violenza. Ma sul posto è intervenuta la polizia che ha sigillato la stanza per eseguire alcuni accertamenti. Per stabilire le cause della morte di Allam sarà necessaria l’autopsia disposta dal magistrato.

Il professore era stato candidato nel 2006 per l’Ulivo alle elezioni politiche per la Camera, dopo essersi avvicinato alla Margherita. Ha poi aderito al Pd, ma non è stato poi ricandidato nel 2008. Attualmente era membro del partito radicale transnazionale e consulente del sindaco di Mazara del Vallo (Trapani) per le politiche sull’immigrazione.