Knockout Game a Bologna: uomo di 60 anni preso a pugni, mandibola rotta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Luglio 2014 17:46 | Ultimo aggiornamento: 12 Luglio 2014 17:46

Knockout Game a Bologna: uomo di 60 anni preso a pugni, mandibola rottaBOLOGNA – Un uomo di 60 anni preso a pugni per strada a Bologna da tre ragazzini, per un gioco folle chiamato Knockout Game. È successo il 17 giugno a Bologna, in via Calori, e la vittima, un 60enne autotrasportatore che risiede a Brescia, ha riportato la frattura della mandibola.

Il fatto è stato denunciato ai carabinieri ed è riferito dal Resto del Carlino. “È stata un’aggressione gratuita – spiega al quotidiano la compagna dell’uomo – è colpa di quella stupida moda partita dall’America di stendere a pugni un passante a caso. È come gettare un masso da un cavalcavia dell’autostrada: si può uccidere qualcuno solo per noia”.

L’uomo ha raccontato di aver parcheggiato il proprio furgone in via Calori e di essersi avviato per consegnare un plico nei paraggi. Mentre camminava per strada ha sentito dire “ehi, vecchietto”. Quando si è fermato, chiedendo “ce l’avete con me?” si è trovato di fronte tre adolescenti, sui 15-16 anni. “L’ultima cosa che ricorda – ha detto la compagna – è uno dei due ragazzi che si piegava sulle gambe come un pugile, poi non ha visto più nulla”.