La Spezia: entra in banca e minaccia di farsi esplodere in cambio di soldi: è una mamma in difficoltà

Francesco Salvatore*
Pubblicato il 10 novembre 2010 15:08 | Ultimo aggiornamento: 10 novembre 2010 15:08

Tentata estorsione a una banca di La Spezia. Una donna ha minacciato di far esplodere una filiale per ottenere in cambio una somma di denaro. Individuata dalla polizia è stata denunciata.

La donna, di 50 anni, è madre di due figli con cui vive. Tira avanti con un assegno familiare e ha messo in piedi questa storia per dare una svolta alla propria condizione.

La donna ha telefonato alla banca fingendo di far parte di una banda di rapinatori bosniaci. Ha minacciato la direttrice della filiale dicendo di avervi piazzato due bombe e di essere pronta a farle esplodere nel caso non le fosse stata consegnata la somma di denaro richiesta, in banconote da 500 euro.

La direttrice della banca non ha creduto alla storia e si è insospettita. Ha chiamato la polizia e si è messa d’accordo per la consegna col finto estorsore. Quando la donna si è presentata all’appuntamento, nella toilette della stazione ferroviaria di Sarzana ha trovato il pacco che aveva richiesto, ma era pieno di carta straccia. A quel punto è intervenuta la polizia. La donna all’inizio ha detto di trovarsi lì per caso ma poi ha confessato.

5 x 1000

* Scuola di giornalismo Luiss