La Spezia, detenuto evade dal carcere durante un permesso premio. Terzo caso in pochi giorni in Liguria

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 Dicembre 2019 12:49 | Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre 2019 12:52
La Spezia, detenuto evade dal carcere durante un permesso premio. Terzo caso in pochi giorni in Liguria

Un detenuto del carcere de La Spezia è evaso durante un permesso premio (Ansa)

LA SPEZIA  –  Terza evasione da un carcere ligure in pochi giorni. La denuncia la Uilpa, uno dei sindacati di Polizia penitenziaria. Dopo le due evasioni dal carcere genovese di Marassi, stavolta è stato un detenuto recluso nella casa circondariale del La Spezia, condannato a 19 anni di reclusione, a darsela a gambe dopo un permesso premio.

“Il detenuto – denuncia la Uilpa – non ha fatto ritorno in cella e dalle 21 di ieri sera è stato dichiarato evaso. Un fatto grave – scrive Fabio Pagani segretario della Uilpa – anche in considerazione del fatto che anche stavolta si tratta di un’evasione dopo un permesso premio”.

Secondo Pagani “il sistema così non funziona. L’evasione, maggiormente se si tratta di ergastolani e condannati per associazione, destano ovviamente allarme sociale”. Pagani lamenta il fatto che nella valutazione del detenuto che chiede il permesso i poliziotti penitenziari, “che sono in contatto quotidiano con i detenuti” hanno “pochissima voce in capitolo nel parere per la concessione dei benefici. Bisogna investire maggiormente sulla polizia penitenziaria altrimenti – conclude Pagani – saranno resi vani i sacrifici di coloro che vestono una divisa e che ogni giorno rappresentano lo Stato”.

Solo pochi giorni fa un caso analogo a Genova. Un uomo di 43 anni condannato per associazione a delinquere di stampo mafioso e tentato omicidio, e ritenuto affiliato al clan camorrista Grimaldi di Soccavo, non ha fatto rientro in carcere dopo un permesso premio. L’uomo è scomparso dopo alcuni giorni passati in famiglia. In carcere dal 2003, avrebbe avuto il fine pena nel 2024. (Fonte: Ansa)