Escort uccisa a La Spezia, si cerca nel suo cellulare

Pubblicato il 17 Marzo 2010 9:25 | Ultimo aggiornamento: 17 Marzo 2010 9:25

Aparecida Perpetua Da Silva organizzava gli appuntamenti con i clienti per telefono. E gli investigatori cercano proprio nel cellulare della escort per capire se è stato uno di loro a picchiarla, accoltellarla e ucciderla.

È morta a 39 anni nella sua casa di via Monfalcone, a La Spezia. Chi la contattava via internet la conosceva come Mary e trovava sulla sua pagina web il numero per contattarla nei suoi orari di lavoro, dalle 10 alle 24: «Dolcissima ma discreta, alta 1,73, con una quinta di seno tutta naturale e gli occhi verdi», e prometteva «un ambiente confortevole».

Chi è stato ad ammazzarla? Gli agenti indagano anche nella vita privata della prostituta: aveva una relazione sentimentale con un uomo, uno spezzino, che era a conoscenza della sua attività. Proprio lui, avendola cercata invano a lungo al telefonino, si è recato nella notte alla sua abitazione e l’ha trovata senza vita.