La Spezia, “ho girato un film a luci rosse per gioco. Ora mi perseguitano”

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 febbraio 2018 16:23 | Ultimo aggiornamento: 5 febbraio 2018 16:23
Una donna di La Spezia ha sporto denuncia per molestie. Perseguitata per un film a luci rosse amatoriale

La Spezia, “ho girato un film a luci rosse per gioco. Ora mi perseguitano”

LA SPEZIA – “Ho girato un film a luci rosse per compiacere il mio compagno e adesso mi perseguitano”. Così una donna di circa 40 anni, residente a Sarzana (La Spezia), ha sporto denuncia contro ignoti per molestie. La perseguitano notte e giorno, al telefono, a lavoro, sotto casa.

La donna sarebbe stata riconosciuta in un film porno amatoriale, girato col nome d’arte Valeria. Lo ha fatto per gioco, per compiacere il suo amante, un noto imprenditore del marmo di Carrara che in cambio le avrebbe regalato un’automobile.

Non immaginava Valeria che quelle immagini, girate per scherzo, una volta finite sul web avessero una tale eco mediatica, essendo state riprese pure da Dagospia. Ora, esasperata dalle continue telefonate e dai curiosi che la braccano a lavoro e sotto casa, la donna ha chiesto aiuto alle autorità. Anche l’imprenditore di Carrara, che non compare nel filmato, è finito al centro di fastidiose attenzioni da parte di sconosciuti.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other